L’utilità del reverse engineering nella stampa 3d

14102014-unnamed

Il reverse engineering è una tecnica molto utile nel campo della stampa 3d perché ci consente di risparmiare sui pezzi di ricambio. Nella foto allegata vedete l’esempio di un componente danneggiato che è stato rimodellato e stampato in 3d con notevoli benefici in termini di costo e di tempo, vista la velocità con cui il vecchio pezzo è stato sostituito e rimesso in funzione.

Vi abbiamo dato una buona idea per portarci qualcosa di rotto che volete provare a ricomporre?

I commenti sono chiusi.